CLIL

CLIL acronimo di Content, and Language Integrated Learning

(Apprendimento Integrato di Contenuti e Lingua)

 

L’espressione si riferisce a qualunque contesto di apprendimento nel quale vi sia un’integrazione tra contenuti e lingua per raggiungere determinati obiettivi educativi. Si tratta di una metodologia che prevede l’insegnamento di contenuti di una disciplina non linguistica (DNL) in lingua straniera (L2). L’elemento comune consiste nel fatto che alcuni argomenti sono trasmessi in una seconda lingua, con un approccio integrato, così che simultaneamente si apprendono una lingua e contenuti disciplinari non linguistici. La lingua diventa veicolo per lo sviluppo di abilità/competenze di altre discipline con proficui vantaggi che si estendono in diversi ambiti del curricolo.

L’insegnamento secondo metodologia CLIL costituisce un trend che si è rivelato un agente di cambiamento e di innalzamento della qualità nella programmazione didattico-educativa. Le finalità diventano la creatività, la riorganizzazione dei processi in direzione costruttivista, il protagonismo degli allievi nei percorsi di apprendimento, le pratiche didattiche caratterizzate dalla condivisione.

Il CLIL rappresenta uno strumento di promozione dell’autonomia dei discenti che diventano sempre più responsabili del proprio apprendimento. L’autonomia diventa una componente cruciale della motivazione al miglioramento continuo.

Si producono effetti positivi sia nello sviluppo delle competenze linguistiche che nell’apprendimento di contenuti curricolari proprio per la natura di stretta integrazione tra apprendimento della L2 e materia disciplinare non linguistica DNL. Lo sviluppo del linguaggio settoriale migliora la riflessione nella lingua straniera e i contenuti tecnici diventano più fruibili attraverso l’uso di codici diversi.

La metodologia, con risultati lusinghieri che si estendono trasversalmente in diversi ambiti del percorso formativo, è ampiamente diffusa nel nostro istituto, come si evince dal Report aggiornato annualmente. Continuo resta l’intento di perseguire i seguenti obiettivi:

  • la collocazione degli studenti in una situazione di comunicazione autentica,
  • la centralità del concetto di competenza e di autonomia dello studente,
  • lo sviluppo di una educazione interculturale e di un approccio plurilingue
  • il confronto interlinguistico tra le lingue coinvolte a vantaggio di abilità e conoscenze che si rafforzano reciprocamente
  • il potenziamento dei processi di inclusione e di integrazione attraverso la valorizzazione e il potenziamento di competenze trasversali perseguibili con dispositivi metodologici innovativi.

 

CLIL-PIRELLI classi e docenti