Cittadinanza e Costituzione

 

“Ragazzi godetevi la vita, innamoratevi, siate felici ma diventate partigiani di questa nuova resistenza, la resistenza dei valori, la resistenza degli ideali.  Non abbiate mai paura di pensare, di denunciare e di agire da uomini liberi e consapevoli.”

 Antonino Caponnetto

 

CITTADINANZA E COSTITUZIONE (area progettuale n.4 PTOF)

UN CANTIERE DI ATTIVITA’ PER  SVILUPPARE COMPETENZE DI CITTADINANZA ATTIVA E DEMOCRATICA

Il percorso educativo investe tutta la comunità scolastica, tutti i docenti delle aree disciplinari e  parte dallo studio della Costituzione come “Mappa Valoriale” necessaria alla costruzione della propria identità personale e “Guida Motivazionale” per l’esercizio della cittadinanza attiva.

 

Raccolta permanente di buone pratiche per la formazione di competenze sociali e civiche.


PROGETTO LEGALITÀ:

COSTITUZIONALMENTE: IL CORAGGIO DI PENSARE CON LA PROPRIA TESTA

Il giorno 29 gennaio 2019 le classi 5° A CAT, 5° B CAT, 5° A SIA, 5° A SERALE, 5° D AFM, accompagnati dai docenti, Prof. Di Stefano, Prof.ssa D’Andrea, Prof.ssa D’Antonio, Prof.ssa Cilento, Prof.ssa Monaco (docente referente del progetto), hanno partecipato presso l’Aula “Ezio Tarantelli” della Facoltà di Economia della Sapienza – Università di Roma, alla nona edizione di “Costituzionalmente, il coraggio di pensare con la propria testa”.

“Costituzionalmente” è un progetto ideato e curato da Michele Gerace, Presidente dell’Osservatorio sulle Strategie Europee per la Crescita e l’Occupazione (OSECO), dall’Associazione culturale “Cento giovani”, in collaborazione con l’ANP, Associazione Nazionale Dirigenti ed Alte Professionalità.

Dopo i saluti istituzionali del Preside della Facoltà di Economia Prof. Fabrizio D’Ascenzo,  l’Avv. Michele Gerace si è rivolto direttamente ai ragazzi spiegando il perché della  “Costituzione come cardine di Costituzionalmente”.

Non esistono valori assoluti. Esistono valori che una società esprime in un dato momento e in un certo contesto. La Costituzione è la sorgente dei nostri valori condivisi. È il punto di partenza di ogni riflessione”. Giovanni Rizzi – Presidente dell’Associazione culturale “Cento Giovani”.

 L’incontro attraverso il dibattito su temi civili, etico-sociali, economici e politici ha voluto creare un dialogo aperto tra studenti e i rappresentanti delle istituzioni. In particolare questa nona edizione ha avuto ad oggetto negli interventi dei diversi ospiti: la “Scuola sulla Complessità”, dialoghi e dibattiti attraverso i quali rappresentare, in tutta l’ambiguità e la contraddittorietà, la storia, la scienza, il pensiero e l’arte, la complessità e la bellezza dell’idea di Europa, e stimolare una comprensione critica della nostra memoria, del nostro presente e del nostro orizzonte.”

I temi introdotti sono stati diversi, ognuno nella sua “complessità”.

Il Prof. Giuseppe Novelli , Genetista nonché Rettore dell’Università Tor Vergata, ha trasmesso la ricchezza offerta dal progresso scientifico, dalle neuroscienze, dalla biotecnologia, dunque dalla ricerca che affascina e concede benefici enormi ma al tempo stesso scatena numerose implicazioni nel contesto socio politico.

Il Dott. Raffaele Boccardo, Presidente e Amministratore delegato di BV – TECH, che nel suo intervento ha parlato della sicurezza informatica come necessità imprescindibile in un mondo totalmente connesso.

Una “Palestra di Democrazia” così come i nostri professori ci hanno invitato a viverla e a condividerla, dove è stato possibile porsi interrogativi e riflessioni: qual è la capacità del nostro pensiero; qual è la capacità delle nostre azioni; quanto possiamo sperare che qualcosa cambi e quanto possiamo volere che qualcosa cambi e cambi in meglio.

Ottima opportunità per noi ragazzi prossimi alla maturità.

In allegato è possibile effettuare il download di una presentazione sull’evento:

Costituzionalmente 29 gennaio 2019 Aula Tarantelli Facoltà di Economia


PROGETTO LEGALITÀ: CORSO DI GUIDA SICURA – AUTODROMO DI VALLELUNGA

Mercoledì 23 gennaio alcuni alunni delle classi 5°, rispettivamente, 5 A CAT, 5 B SIA, 5 D AFM, accompagnati dai docenti Prof. Di Stefano, Prof.ssa Angelilli, Prof.ssa Monaco,  sono stati ospiti presso il Centro di Guida Sicura ACI-Vallelunga per partecipare ad un corso mirato di guida sicura. L’attività che rientra nei percorsi di educazione alla legalità attivati dalla scuola, si è sviluppata attraverso l’adesione all’offerta formativa MIUR in materia di educazione stradale anno scolastico 2018-2019, in particolare “ ALCOL DROGHE E GUIDA DEI VEICOLI”.

La giornata di formazione che ha visto coinvolti studenti maggiorenni, di cui alcuni neo patentati e/o in possesso del patentino del ciclomotore, ha focalizzato e richiamato l’attenzione, attraverso le esercitazioni pratiche, sull’importanza del comportamento alla guida degli autoveicoli, sull’emotività, la rabbia, la distrazione, sottostima del rischio, ma anche aspetti più tecnici come, caratteristiche costruttive, dispositivi di equipaggiamento, condizioni della strada.  

Punto comune delle attività proposte: promuovere il rispetto delle regole stradali, dei comportamenti corretti e una mobilità consapevole, “…In strada e in pista vincono le Regole…”

Ottima occasione per promuovere una cultura della legalità e momento di riflessione verso quel percorso di consapevolezza sul buon senso di cittadini attenti alla propria e altrui vita.

Si ringrazia l’Aci, il dott. Alemanno, il dott. Scotto e  la Fondazione Filippo Caracciolo, che attraverso un rapporto di ricerca emerso dallo studio “ La sicurezza stradale nella Capitale delle due ruote”, ha fornito dati utili per richiamare l’attenzione sulla necessità di una guida sicura, per abbassare gli enormi costi economici, umani e sociali, che ad oggi la collettività paga per la conquista della mobilità.

La giornata di formazione si è sviluppata attraverso:

–          lezione in aula su sicurezza stradale in particolare riferita ai dispositivi di protezione e sicurezza dei motocicli;

–          addestramento individuale sul simulatore di guida stradale ACI;

–          esercitazioni pratiche di frenata con scooter sull’area esterna del Centro di guida sicura (per studenti già in possesso di patente);

–          svolgimento, da parte degli istruttori del Centro, di esercizi dimostrativi di frenata su motociclo con bloccaggio della ruota anteriore su fondo scivoloso e sbandata/sovrasterzo con vettura, al fine di dimostrare l’importanza dei sistemi di ritenuta alla guida (ad es. cinture di sicurezza).


“4 NOVENBRE – FESTA DELL’UNITA’ NAZIONALE E DELLE FORZE ARMATE”

Come oramai da consuetudine nel nostro istituto, il giorno 31 ottobre gli alunni delle classi 5° hanno preso parte alla conferenza tenuta dal Team Interforze Militare, per una riflessione sul 4 Novembre, Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate, tesa a favorire il coinvolgimento e la partecipazione attiva degli studenti alle celebrazioni e alle manifestazioni legate all’educazione alla legalità, ai valori e alla memoria.

La conferenza coordinata dal Colonnello Braschi dell’Aeronautica Militare, attraverso un doveroso percorso storico ha richiamato l’attenzione sulla valenza istituzionale e militare del 4 Novembre. Gli interventi del team presente, attraverso la storia e i racconti, hanno anche  descritto le competenze e il ruolo di ogni singola Forza Armata. 

L’incontro è poi proseguito con le domande che alcuni di noi hanno rivolto ai militari e dirette principalmente ad avere informazioni sui diversi percorsi di accesso nelle Forza Armate.

I militari hanno riferito che si tratta di concorsi pubblici aperti a tutti, purché in possesso dei requisiti richiesti, e concorsi interni rivolti ai militari, in servizio e non, che intendano migliorare la propria posizione. A seguito del superamento di un concorso si accede ad un periodo di formazione specifico.

Dal 1999, anche le donne possono partecipare ai concorsi per essere arruolate nei corpi dell’Esercito, dell’Aeronautica e della Marina con le stesse modalità previste per gli uomini.

Attualmente le Forze Armate sono organizzate su base professionale e volontaria, infatti dal 2005  sono state istituite categorie di volontari dell’Esercito, della Marina e dell’Aeronautica, detti anche Volontari di truppa: Volontari in Ferma Prefissata di un anno (VFP1) e Volontari in Ferma Prefissata quadriennale (VFP4).

Classi 5A Sia, 5B Sia, 5D AFM, 5 C LL

 

Il giorno 24 ottobre 2016  gli alunni delle classi 5° hanno preso parte alla conferenza tenuta dal Team Interforze Militare, composto da personale appartenete all’Esercito (Mar. Ord. Buonocore Gabriele), alla Marina (Comune in 2° classe Manganiello Simona), all’Aeronautica ( Ten. Col. Massimiliano Morucci), ai Carabinieri ( Carabiniere Zampini Elena) e alla Guardia di finanza (Mar.llo Capo Giancarlo Guarino), avente ad oggetto la Celebrazione del 4 Novembre, Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate. L’incontro che rientra nell’ambito del progetto legalità della scuola, organizzato sulla base delle ricorrenze istituzionali ha avuto la finalità di favorire la partecipazione attiva degli studenti alle celebrazioni e alle manifestazioni legate all’educazione alla legalità, ai valori e alla memoria.

Dopo un primo e doveroso percorso storico, teso ad evidenziare la valenza istituzionale e militare del 4 Novembre, tenuto dal Ten. Col. Massimiliano Morucci dell’Aeronautica Militare, si sono succeduti i singoli interventi del team presente, con la descrizione delle competenze e del ruolo di ogni singola Forza Armata.  In particolare, il Mar. Ord. Buonocore Gabriele ha illustrato il forte compito operativo dell’Esercito Italiano sia in Patria, con l’operazione “Strade Sicure”  avviata nel 2008 per specifiche ed eccezionali esigenze di prevenzione della criminalità, che ha visto l’impiego di un contingente di personale militare delle F.A., per condurre attività di vigilanza esterna a Centri di Accoglienza e a obiettivi sensibili e di pattugliamento e perlustrazione; che al di fuori del territorio nazionale, nell’ambito del sistema di sicurezza e di difesa con le Alleanze multinazionali e sovranazionali, senza naturalmente tralasciare il recente e triste intervento nelle zone terremotate dove l’Esercito ha immediatamente fornito militari, mezzi e materiali, al fine di provvedere alla salvaguardia dell’incolumità delle persone, dei loro beni e al ripristino della viabilità.

La conferenza è risultata particolarmente interessante anche perchè si è inserita puntualmente negli argomenti appena trattati in diritto : “l’internazionalismo” art. 10 e 11 della costituzione, nonché il “sacro dovere “ di difesa della Patria , art. 52 cost.

Al termine alcuni di noi hanno fatto diverse domande ai Militari, in prevalenza relative agli arruolamenti delle varie figure professionali.

Classe 5 A sia – 5 B afm – 5E afm

 


UNA PRIMAVERA ALL’INSEGNA DELLA LEGALITÀ

PROGETTO COSTITUZIONE E PARLAMENTO A SCUOLA

Giungono a termine le diverse attività che hanno visto coinvolti gli alunni del Pirelli nell’ambito del progetto legalità denominato “THE ROAD OF AWARENESS”- “La strada della consapevolezza”. Tutte le classi sono state coinvolte in percorsi di legalità con l’obiettivo di educare al rispetto della dignità della persona umana, attraverso la consapevolezza dei diritti e dei doveri, con l’acquisizione delle conoscenze e l’interiorizzazione dei valori che stanno alla base della convivenza civile.

(Docente referente Prof.ssa Anna Isabella Monaco)

 

In particolare nella giornata di mercoledì 15 marzo le classi 2° A,B,D,E dell’indirizzo economico sono state coinvolte in una conferenza su “ I valori sanciti e tutelati nella Costituzione”. Nella stessa giornata anche le classi 5° A,B,E dell’indirizzo economico, hanno partecipato alla conferenza sul “ Parlamento Italiano nel contesto dell’Unione Europea”. Entrambi gli interventi sono stati tenuti  dall’ON. Silvana Pisa, membro  dell’associazione ex Parlamentari , nell’ambito del progetto “Costituzione e Parlamento a scuola” MIUR  30 settembre 2016.

 

Circolare  docenti n.138

Circolare alunni n.97

Oggetto:  Progetto legalita’“Costituzione e Parlamento a scuola”

Nell’ambito del Progetto Legalità dell’Istituto, si da seguito al progetto “Costituzione e Parlamento a scuola” promosso dall’Associazione ex Parlamentari della Repubblica.  Il progetto che va a supporto delle attività didattiche e formative tese a sviluppare i temi della cittadinanza e della costituzione, prevede un incontro tenuto dall’On. Silvana Pisa, sui seguenti temi:

“ I valori sanciti e tutelati dalla Costituzione”  (classi 2°)

“ Il Parlamento Italiano nel Contesto dell’Unione Europea” (classi 5°)

Gli incontri si terranno  Mercoledì 15 marzo in Sala Conferenze e coinvolgeranno  le classi 2° A, B, D, E del corso economico dalle ore 9.00 alle 10.30; le classi 5° A, B, E, del corso economico,  5° A del corso  cat., dalle ore 11.00 alle ore 12.30.

Docente referente del progetto: Prof.ssa Monaco Anna Isabella


“NOI CITTADINI DOMANI”

AULA DELLA PROTOMOTECA AL CAMPIDOGLIO – PALAZZO SENATORIO.

Venerdì 01 giugno le classi 5° A Sia, 5°B AFM e 5° E AFM, accompagnate dalla Prof.ssa Anna Isabella Monaco, docente referente del progetto, sono state partecipi della giornata conclusiva del ciclo di seminari curati dal Consiglio di Presidenza di Giustizia Tributaria, nell’ambito di un più ampio percorso di Educazione alla Legalità Fiscale e Tributaria al quale la nostra scuola ha aderito e partecipato con interesse. Il Progetto che ha coinvolto più di 1200 studenti a livello nazionale si è concluso con la giornata celebrativa del 70° Anniversario della Nascita della Costituzione Italiana (1947/2017), anniversario dei lavori dell’Assemblea costituente e dell’approvazione del testo, con una solenne cerimonia di consegna della Costituzione  agli studenti e alle studentesse che hanno partecipato al progetto. Nel corso della giornata gli studenti hanno potuto altresì assistere ad una lectio magistralis dal titolo “La Costituzione Fiscale” “Ambiente Fiscale Virtuale – Regole e Legalità nel Web 2.0”. La scuola è stata anche omaggiata con la consegna della “Medaglia del Presidente della Repubblica”.


UNA PRIMAVERA ALL’INSEGNA DELLA LEGALITA’

Progetto “Educazione alla Legalità Fiscale e Giustizia Tributaria”

Giungono a  termine le diverse attività che hanno visto coinvolti gli alunni del Pirelli nell’ambito del progetto legalità denominato “ THE ROAD OF AWARENESS”- “La strada della consapevolezza”. Tutte le classi  sono state coinvolte in percorsi di legalità con l’obiettivo di educare al rispetto della dignità della persona umana, attraverso la consapevolezza dei diritti e dei doveri, con l’acquisizione delle conoscenze e l’interiorizzazione dei valori che stanno alla base della convivenza civile.

(Docente referente Prof.ssa Anna Isabella Monaco)

Nelle giornate del 20-21-22-23 marzo, le classi 5° A,B,E, economico e 5° A cat, sono state coinvolte nei mini seminari tenuti dal Dott. Tattoli, Sirocchi, Chianese, De Lullo, Giudici delle Commissioni Tributarie Regionali e Provinciali, sul tema della Legalità fiscale, nell’ambito del progetto “Educazione alla Legalità Fiscale e Giustizia Tributaria “ Proposto dal Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria. Gli incontri hanno toccato temi come: giustizia, equità sociale, diritti e benefici per i singoli e per la collettività,  ma hanno anche attraverso l’esame di casi concreti di vita quotidiana, spiegato il ruolo e i compiti della Giustizia Tributaria. In seguito nella giornata del 12 aprile, gli alunni accompagnati dai docenti Sergiacomi, Troccoli e Monaco, sono stati accolti dal Presidente di Commissione Prof. Franco Sirocchi  e hanno assistito alle udienze in calendario presso la Commissione Tributaria Provinciale. Le Sentenze successivamente  depositate sono state trasmesse per offrire agli alunni la possibilità  di meglio comprendere il Processo Tributario, anche ai fini della loro formazione professionale.


PROGETTO  “3 OTTOBRE – GIORNATA NAZIONALE IN MEMORIA DELLE VITTIME DELL’IMMIGRAZIONE”

Giungono a termine le diverse attività che hanno visto coinvolti gli alunni del Pirelli nell’ambito del progetto legalità denominato “ THE ROAD OF AWARENESS”- “La strada della consapevolezza”. Tutte le classi sono state coinvolte in percorsi di legalità con l’obiettivo di educare al rispetto della dignità della persona umana, attraverso la consapevolezza dei diritti e dei doveri, con l’acquisizione delle conoscenze e l’interiorizzazione dei valori che stanno alla base della convivenza civile.

(Docente referente Prof.ssa Anna Isabella Monaco)

Gli alunni della classe 1D ec. e 1E ec., coordinati e coinvolti dalle Prof.sse Mingrone e Monaco in un’attività didattica sulla tematica del fenomeno migratorio, alla fine del percorso, hanno provato ad esprimere sensibilità, solidarietà e consapevolezza civica attraverso un elaborato in Power point e un video. (Power-point, video).


LA SCUOLA INCONTRA LA PROTEZIONE CIVILE

Nell’ambito del progetto legalità e sicurezza, il giorno 18 gennaio 2017 le classi IA CAT, ID EC, IIIA SIA e IIID AFM, accompagnate dal Dirigente Scolastico e dalle prof.sse Monaco, D’Antonio e Mauro si sono recate presso la casa della sicurezza della Protezione civile  e hanno partecipato alla giornata “OPEN DAY 112”, organizzata dalla Regione Lazio e l’Agenzia Regionale di Protezione Civile allo scopo di promuovere  la cultura e l’educazione verso la coscienza della sicurezza.

L’iniziativa, svolta in collaborazione con la Questura di Roma, il Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Roma, l’Azienda Regionale Emergenza Sanitaria 118 e il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Roma, ha coinvolto circa 60 studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore “Leopoldo Pirelli” di Roma che  sono stati accolti a inizio giornata  dal Presidente della Regione Lazio,  Nicola Zingaretti: nel suo discorso di apertura,  l’esaltazione dei  valori della responsabilità sociale, della  solidarietà, della partecipazione condivisa, dell’aiuto  e  del volontariato che costituiscono la colonna  portante della  protezione Civile.

Gli allievi sono stati ospitati per l’intera  giornata  presso i locali della Centrale Unica di Risposta NUE 112 di Roma dove hanno partecipato a lezioni interattive tenute dai rappresentanti dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile del Lazio e degli Enti coinvolti nel NUE 112 su temi  afferenti alla responsabilità, all’autocontrollo, all’esame della realtà, alla valutazione del rischio, alla coscienza dei propri limiti, alla costruzione della resilienza personale e sociale, al fine di costruire una corretta percezione del rischio.

A fine giornata i ragazzi, in silenzio hanno assistito alle chiamate di aiuto dei cittadini nella centrale operativa del 112 ed hanno potuto constatare con mano le attività di  previsione e prevenzione dei diversi rischi a cui è soggetto l’uomo su un determinato territorio .

L’iniziativa è stata accolta con grande entusiasmo dagli studenti e dai docenti: la scuola ha dato prova di essere una comunità educativa che aiuta a crescere non solo in formazione e cultura ma anche in umanità!


PROGETTO LEGALITA’

“SICUREZZA E LEGALITA’”

Il Progetto realizzato in collaborazione con la Regione Lazio, si inserisce in un più ampio programma di educazione alla legalità, intesa come azione diretta in primis, a costruire un percorso di educazione al senso civico, alla premessa giuridico, sociale e comportamentale che si fa stile di vita. L’obiettivo è  promuovere l’educazione verso la coscienza della sicurezza, attraverso percorsi formativi diretti a portare a conoscenza dei giovani studenti, quel complesso di attività finalizzate alla sicurezza e alla tutela dei cittadini, dei beni e dell’ambiente, al soccorso, al pronto intervento. L’azione si propone di permettere un più responsabile coinvolgimento nella vita civile della propria comunità, nonché un più attivo sostegno da parte delle istituzioni alle varie forme di educazione alla legalità.

LOCANDINA_programma_def

Il programma “GIORNATE SULLA SICUREZZA OPEN DAY 112”  prevede due incontri:

  • Un incontro a scuola, su temi inerenti la sicurezza, o meglio il sistema di sicurezza in termini di salvaguardia e legalità;
  • Un incontro presso la “Casa della Sicurezza” Via Laurentina 631, nel quale gli alunni saranno i diretti destinatari della “Giornata della Sicurezza” con un Open Day appositamente dedicato e visita alla Centrale operativa. I diversi interventi organizzati dal Team d’Azione (Ingegnere Responsabile del Centro Funzionale Regionale, Polizia di Stato, Vigili del Fuoco, Sismologo, Operatori del 118, Personale Agenzia Regionale di protezione Civile), nonché la dinamicità del percorso vogliono offrire lo spunto per accompagnare i ragazzi a diventare autori responsabili della vita comune.

 numero unico  per emergenze


UNA PRIMAVERA ALL’INSEGNA DELLA LEGALITÀ

Giungono a termine le diverse attività che hanno visto coinvolti gli alunni del Pirelli nell’ambito del progetto legalità denominato “THE ROAD OF AWARENESS” – “La strada della consapevolezza”. Tutte le classi sono state coinvolte in percorsi di legalità con l’obiettivo di educare al rispetto della dignità della persona umana, attraverso la consapevolezza dei diritti e dei doveri, con l’acquisizione delle conoscenze e l’interiorizzazione dei valori che stanno alla base della convivenza civile.

(Docente referente Prof.ssa Anna Isabella Monaco)

Dal giorno 6 al giorno 28 marzo tutte le classi 1°, 2° e 3° degli indirizzi di studio dell’ITAFM e Geotecnico dell’IIS Pirelli hanno preso parte a percorsi di educazione stradale nell’ambito del progetto “SGOMMA DAL RISCHIO”. La tematica della sicurezza stradale e della prevenzione degli incidenti curata dalla Prof.ssa Monaco e dal Prof. Di Stefano, è stata trattata attraverso l’ausilio di materiali disponibili sulla piattaforma web predisposta dal MIUR in collaborazione con il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti MIT, nonché prodotti televisivi e multimediali predisposti da Rai Educational, con l’obiettivo di promuovere una guida sicura, un’educazione stradale e soprattutto una cultura della sicurezza, considerando che la strada è il primo luogo dove si ha la massima espressione delle regole di convivenza civile. Alla fine del percorso è stato somministrato agli alunni un apposito questionario. Un piccolo gruppo, 4 alunni della classe 1° B ec., Sliusar, Salciccia, Rossini e Leniuk ha ideato e curato la realizzazione di un video dal titolo “SCEGLIAMO DI VIVERE” che ha voluto mettere in evidenza come un agire scorretto e irrispettoso, senza passione civile, ci rende indifferenti, ma l’indifferenza è il più grave degli errori commessi, per tali motivi occorre essere tutti responsabili della realtà.

SCEGLIAMO DI VIVERE – VIDEO

 

Concorso “SGOMMA DAL RISCHIO”

“SCEGLIAMO DI VIVERE”

Il giorno 31 maggio, alle ore 9.00 presso l’Auditorium ‘Scafati Solidale’, si è tenuto l’evento conclusivo del progetto “Sgomma dal Rischio” iniziativa di carattere sociale promossa da AMESCI, realizzato in collaborazione con ENAIP NAZIONALE, con il contributo della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale. Nell’occasione sono stati divulgati i risultati con la  comunicazione dei vincitori del  concorso. Il video dal titolo “SCEGLIAMO DI VIVERE” ideato e curato dagli alunni Sliusar Denys, Rossini Lorenzo, Leniuk Vadym e Salciccia Lorenzo, tutti frequentanti la classe 1° B Economico, ha vinto essendo stato ritenuto quello più significativo e avendo ottenuto il maggior impatto comunicativo raggiungendo il risultato più alto nella votazione on-line. Il video come prodotto finale ha voluto mettere in evidenza come un agire scorretto e irrispettoso, senza passione civile, ci rende indifferenti, ma l’indifferenza è il più grave degli errori commessi, per tali motivi occorre essere tutti responsabili della realtà. Bravi ragazzi!!!!


IL PALCOSCENICO DELLA LEGALITA’

Il 22/03/2016 l’I.I.S. “Leopoldo Pirelli” ha partecipato all’iniziativa “Il Palcoscenico della legalità” intervenendo alla rappresentazione teatrale “Dieci storie proprio così” presso il Teatro Argentina in Roma con le classi V A s.i.a., V B s.i.a., V A c.a.t., V B c.a.t., V E a.f.m.; V F a.f.m., organizzato dalla Prof.ssa Annalisa Laudando nell’ambito del progetto “Educazione alla legalità”, con la partecipazione dei docenti: G. Bonaventura, L. Coppola, A. D’Andrea, A. Monaco, D. Sergiacomi.
Si tratta di un percorso formativo che trova la sua realizzazione in uno spettacolo itinerante, in sinergia tra teatri, istituti penitenziari, scuole e società civile di tutta la nostra penisola, una sorta di racconto corale fatto di dieci “piccole e grandi” storie che concretizzano il mosaico complesso del nostro vivere civile, spesso minacciato da un’illegalità criminale e capillare che toglie le speranze soprattutto a noi giovani di poter vivere e confrontarci in una realtà socio-culturale davvero “giusta e virtuosa”.

Nelle storie messe in scena si avverte un profondo senso dolore per la sorte di chi ha avuto il coraggio di denunciare e di combattere la criminalità a viso aperto e senza remore, o di chi solo per puro caso si è trovato al posto sbagliato in un momento altrettanto sbagliato della propria vita, ma ciò che va sottolineato maggiormente è che non è un dolore semplicemente esposto, né banalmente urlato, ma si tratta di ingiustizia e di rabbia che si trasformano in coscienza civile, determinazione, impegno quotidiano, resistenza ad oltranza. Così come proprio in nome di questa resistenza sono nate iniziative di recupero di terre e proprietà confiscate alla criminalità organizzata e molte altre attività sociali.

Le storie rievocate sono state recuperate attraverso i racconti fatti dai parenti delle vittime e dalle associazioni (prima fra tutte “LIBERA”), nonché dai volontari e da chi tutti i giorni senza paura si attiva per creare delle alternative concrete al degrado che produce la criminalità organizzata. Queste storie rappresentano anche quella parte di Italia che spesso resta ai margini della cronaca o lontano dai riflettori, ma che per fortuna esiste e continua a lottare per realizzare il sogno di una società più giusta e credibile.
“Le idee non si fermano con la paura”, questa frase estrapolata dallo spettacolo ha lasciato il segno nelle nostre coscienze, perché solo chi smette di credere nella giustizia, nella libertà delle proprie idee e nella concreta coscienza di essere dalla parte del bene è condannato alla PAURA e alla SOLITUDINE.

Progetto il palcoscenico_2016


“IL SILENZIO È DOLO: SIAMO L’ITALIA CHE SCEGLIE IL CORAGGIO”

Nell’ambito dei progetti di “Educazione alla Legalità”, la scuola ha aderito al bando di concorso “Il Silenzio è Dolo: siamo l’Italia che sceglie il coraggio”, emanato dall’Associazione Avviso Pubblico e dal Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici di Roma, con la finalità di sensibilizzare verso una formazione civica contro le mafie.

Il progetto, coordinato dalle Prof.sse A.I. Monaco e M. Fonzilli, docenti dell’area di potenziamento giuridica/informatica, è stato avviato con alcune classi del biennio,(1B, 2B, 1D, 2D). La tematica esposta ha attivato un percorso di riflessione che si è maggiormente concentrato sul tema della corruzione e del razzismo. Con l’ausilio del web, il cammino di interesse e motivazione è stato guidato da una considerazione comune: “la verità la conoscono tutti: si può raccontare”.

E’ stato realizzato un video che ha raccolto il valore delle azioni e degli esempi virtuosi delle vittime delle mafie, come espressione di una conoscenza consapevole, essenziale per formare una cultura della legalità, intesa come garanzia della propria identità storica e stimolo per una crescita nella coscienza etica dell’onestà e della lealtà.

Come previsto dal bando,  la scuola ha scelto di  intitolare la biblioteca ad una vittima innocente delle mafie: Giancarlo Siani – Il Silenzio è Dolo: noi denunciamo con nomi e cognomi. Mercoledì 11 si è tenuta alla presenza della Dirigente Prof.ssa Flavia De Vincenzi, la cerimonia d’intitolazione preceduta dalla presentazione del progetto curata dagli alunni partecipanti.

Da lunedì 23 maggio a domenica 5 giugno, il video realizzato rimarrà pubblicato nella sezione : Filmiamo il Coraggio della pagina FACEBOOK di “Il Silenzio è Dolo: siamo l’Italia che sceglie il coraggio”. Durante questo periodo è possibile votare l’opera con un like.