RILIEVO DI UN FABBRICATO COMUNALE ED IL SUCCESSIVO INSERIMENTO IN MAPPA, IL TUTTO CON L’AUSILIO DI UNA STAZIONE TOTALE (LEICA TS04).

Visita d’istruzione eseguita il 20 novembre 2019, presso il Parco Pubblico di “Villa Lais”, per eseguire il rilievo di un fabbricato comunale ed il successivo inserimento in mappa, il tutto con l’ausilio di una STAZIONE TOTALE (Leica TS04).

Premessa:

Le importantissime attività professionali che tutti gli alunni della 4 A CAT hanno eseguito, con il progetto “Il Cantiere Topografico Villa Lais”, riguardano il metodo teorico e pratico che si utilizza per il rilievo e l’inserimento in mappa catastale di un fabbricato. Il tutto si è svolto con l’ausilio della STAZIONE TOTALE e secondo le tolleranze fissate dal catasto. Tutti gli strumenti necessari per rendere operativa la stazione sono stati messi a disposizione dell’Ingegnere Donato Tufillaro, uno dei più esperti Topografi Italiani e a tal proposito, al fine di conoscere l’esperienza e la figura del professionista esterno, si allega una nota sintetica del suo curriculum professionale.

 

COORDINATORE ESTERNO DEL PROGETTO TOPOGRAFICO

Tufillaro Donato, laureato in Ingegneria Civile Trasporti alla Facoltà di Ingegneria presso l’Università degli Studi La Sapienza di Roma, con tesi in fotogrammetria terrestre relativa al rilievo del paramento esterno dell’anfiteatro Flavio, nel 1987. Ha svolto principalmente attività connesse ai settori del rilevamento topografico, della cartografia, della fotogrammetria aerea e terrestre, sia per l’aspetto tecnico-scientifico che per le applicazioni professionali. Nel periodo pre – Laurea ha eseguito una notevole quantità di rilievi relativi a Beni Archeologici e Monumentali, per incarichi ricevuti da varie articolazioni del Ministero dei Beni Culturali, prima come socio ed amministratore dello studio Modus di Roma, in seguito come dipendente temporaneo del Ministero stesso ed infine come socio dello studio Sirio di Roma. Con lo studio Sirio è iniziata l’attività nell’ambito della cartografia catastale con numerosi lavori, assegnati per gara d’appalto, di rifacimento ed aggiornamento di fogli di mappa catastale nella Provincia di Roma. Dal 1988 è dipendente della SoGeI di Roma nella quale si è occupato del processo di informatizzazione del catasto, con particolare riferimento alla cartografia numerica e soprattutto alla predisposizione delle procedure di calcolo automatico per la redazione dei rilievi topografici di aggiornamento (PREGEO). In ambito universitario ha collaborato alla redazione di un programma generale di compensazione delle misure ed ha operato alcune pubblicazioni su riviste specializzate (SIFET) nonché una monografia sulle nuove procedure catastali (Il Catasto Ediz. DEI 1992). Attualmente collabora al comitato scientifico della rivista Italiana di geomatica (GeoMedia –Maggioli Editore).

ATTIVITA’ SVOLTE DAGLI ALUNNI:

  1. Posizionamento dei chiodi topografici e messa in bolla della Stazione Totale (Setting up);
  2. Schema grafico dei punti da collimare (eseguito a mano);
  3. Montaggio e spiegazione degli apparati riflettori (Prisma Circolare)
  4. Configurazione iniziale della stazione e orientamento del cerchio orizzontale;
  5. Misura degli angoli orizzontale – Collimazione e lettura diritta (CS) e lettura capovolta (CD) (errore nella misura);
  6. Registrazione e trasferimento delle misure su foglio elettronico Excel preparato dal docente;
  7. Condivisione delle misure in tempo reale con telefonino;
  8. Calcolo delle coordinate cartesiane e analisi dei dati per eseguire la procedura catastale;

 

MATERIALE PRODOTTO DAGLI ALUNNI:

  1. Calcolo dello strato con la media degli angoli azimutali di quelli zenitali e delle distanze;
  2. Calcolo delle quote 101 e 200 imponendo la quota 100 alla stazione 100;
  3. Calcolo delle coordinate cartesiane e analisi dei dati per eseguire la procedura catastale;
  4. Elaborato planimetrico eseguito al cad – Foto e video durante l’attività.

PERCORSI PER LE COMPETENZE TRASVERSALI E PER L’ORIENTAMENTO RILEVATI

Esiti positivi della visita d’istruzione:

Molteplici sono stati gli aspetti e gli esiti positivi del progetto. A tal proposito si sottolineano: la puntualità dei ragazzi, il saper lavorare in gruppi, la serietà e la giusta applicazione nelle delicatissime azioni eseguite nell’usare la Stazione Totale. In particolare, mi preme sottolineare che tutte le attività svolte con il “Laboratorio Topografico Villa Lais”, hanno un ruolo chiave nella formazione professionale del Geometra. Le competenze acquisite hanno una valenza fondamentale per l’inserimento successivo nel mondo del lavoro, in quanto sono in linea ed aderenti a quanto realmente viene eseguito e realizzato dalle figure professionali legate al nostro indirizzo di studi, come del resto accade in Europa. Visto che le ore eseguite dai ragazzi, in tale occasione, devono incrementare il monte ore individuale per l’alternanza scuola lavoro nei vari percorsi individuali. Il sottoscritto comunica che se necessario, ai ragazzi potrà essere rilasciato, dal Coordinatore esterno, un attestato di partecipazione.

Prof. Arch. ANTONIO CIANCIO

 

 

Categoria: