PRIMA GIORNATA NAZIONALE ITEFM

“L’IMPORTANZA DELLA CULTURA ECONOMICA, IMPRENDITORIALE, FINANZIARIA E MANAGERIALE E I POSSIBILI SBOCCHI OCCCUPAZIONALI”

Durante la conferenza che si è tenuta in occasione della alla 1° giornata nazionale degli Istituti Tecnici Economici Amministrazione Finanza e Marketing sono intervenuti: Francesco Manni (attualmente docente di economia aziendale presso l’Università degli Studi di Roma 3), Liliana Borrello (dirigente tecnico Miur) e Raffaella Merlino (la quale sviluppa rapporti con gli enti e gli organi istituzionali). Di seguito sono state riportate alcune testimonianze di ex studenti diplomati presso questo istituto e di uno studente frequentante.

La conferenza è iniziata con un’introduzione della preside Flavia De Vincenzi, la quale ha evidenziato l’importanza degli studi economici annessi alla vita quotidiana che, in un periodo di crisi economica del nostro paese, rappresentano la cultura.

Il professor Manni ha tenuto un discorso chiaro e comprensivo dapprima sulla strumentalità dell’azienda rispetto ai fini che sono propri dell’istituto, successivamente sui contenuti più rilevanti che danno corpo alla cultura economica dell’azienda e infine ha illustrato l’utilità delle conoscenze economico-aziendali. Nella tesi presentata il professore ha sottolineato, con enfasi, la necessità della continuità delle produzioni affinchè ci sia una buona risultanza economica dell’azienda. È altresì importante che produzione e distribuzione camminino di pari passo, ponendo l’attenzione sull’equilibrio delle parti.

Per concludere ha dato rilevanza alle molteplici opportunità che l’economia dà ai giovani sia in ambito scolastico che lavorativo.

Di seguito è stato presentato Giovanni, uno studente di Quinta, frequentante l’indirizzo economico del nostro istituto, che ha avuto il merito di vincere una borsa di studio in Irlanda della durata di un anno. Ha presentato un video dove spiega che l’economia è la materia con cui ogni giorno abbiamo a che fare ed influenza le nostre decisioni di vita su acquisti, pagamenti ecc. Ha, inoltre trattato: i soggetti economici, gli investimenti in banca, differenze tra lavoratori dipendenti e imprese autonome con rischi e vantaggi e fattori produttivi.

Successivamente la dottoressa Borrello ha posto l’attenzione sulle finalità principali della rete: promuovere l’offerta formativa, promuovere iniziative, elaborare proposte di orientamento e la collaborazione tra istituti, scuole e il sistema. Crea, inoltre, competenze utili nel mondo del lavoro e favorisce l’orientamento (processo globale di crescita della persona trasversale a tutte le discipline, favorendo: l’occupabilità, l’inclusione sociale e il dialogo interculturale) e promuove l’impegno dei giovani.

A seguire la dottoressa Merlino ha evidenziato l’importanza dell’alternanza scuola-lavoro, l’altissimo numero di richieste di neodiplomati nel mondo del lavoro e, nello specifico, del settore commerciale, la rivoluzione portata dalla digitalizzazione e l’istituzione di corsi post-diploma che aiutano il maggior inserimento lavorativo.

Per ultimi, ma non meno importanti, gli ex studenti.

Una nota di merito a Germano Marzullo, ex studente in procinto di laurearsi che da ragioneria è passato al corso di laurea in informatica ed ha avuto il privilegio di lavorare per il CERN.

Gabriele Lombardi ha sottolineato l’importanza di scegliere il percorso didattico più inerente alle proprie inclinazioni.

Valerio Bettaccini, si è laureato in economia alla Sapienza di Roma. È diventato imprenditore di se stesso cimentandosi nel fare il doppiatore.

 

 

Alessia Quarta

4°A C.A.T.

 

 

 

 

 

Categoria: